VISION E MISSION

La scuola è il laboratorio in cui ogni società progetta il proprio futuro: questa la sua essenziale funzione pedagogica. È necessario, dunque, che in essa confluiscano le sollecitazioni e le informazioni utili ad operare e rendere concreto il cambiamento.

Tutta la progettazione didattica proposta si ispira a principi condivisi da tutte le componenti scolastiche: rispetto dell’unicità della persona, equità della proposta formativa, imparzialità nell’erogazione del servizio, continuità dell’azione educativa, significatività degli apprendimenti, qualità dell’azione didattica, collegialità. La scuola prende atto che i punti di partenza degli alunni sono diversi e si impegna a dare a tutti adeguate e differenziate opportunità formative per garantire il massimo livello di sviluppo possibile per ognuno.

La scuola ha bisogno, oggi più che nel passato, di qualificarsi come comunità educante, fondata sul coinvolgimento e la fattiva collaborazione delle risorse umane di cui dispone l’Istituto e sull’alleanza tra docenti , famiglie e stakeholders del territorio.

L’istituzione scolastica non può e non deve limitarsi a erogare asetticamente il servizio di istruzione e formazione, perché è inserita nel più ampio contesto della comunità locale, fonte di opportunità e legittima portatrice di bisogni, che la scuola deve riuscire a interpretare e soddisfare. In tal senso risulta importante costruire un sistema di autovalutazione  delle performance organizzative e didattiche della scuola, magari attraverso le strategie del Bilancio sociale (accountability).

L'Istituto, nella sua opera di formazione, pone al centro la persona, pertanto deve investire un maggiore impegno e un’efficace intenzionalità educativa a favore del crescente numero di alunni e alunne con difficoltà di apprendimento imputabile ad ostacoli psico-fisico-sensoriali, a disfunzioni collegate semplicemente all’età evolutiva come i DSA (disturbi specifici di apprendimento), a condizioni socio-culturali negative come il disagio economico o la deprivazione culturale e agli imponenti processi migratori internazionali che oramai interessano anche il nostro territorio.

La valorizzazione delle identità costituisce per il nostro Istituto la dimensione trasversale che permea tutto l’impianto educativo e culturale. In tale prospettiva, le problematiche interculturali assumono rilevanza particolare. Il nostro Istituto deve confermare la particolare attenzione all’integrazione/inclusione degli alunni diversamente abili in quanto ne accoglie al suo interno un numero sempre crescente.

I nostri alunni devono vivere una scuola aperta in grado di ospitare una didattica innovativa che vinca le resistenze conservative ai vincoli dell’aula e degli spazi precostituiti. 

Per raggiungere questi obiettivi la scuola deve investire in attività di ricerca, sperimentazione, aggiornamento e progettazione.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.